Archivio della categoria “Senza categoria”

mercoledì, luglio 13, 2022 Categoria: Senza categoria

Per non dimenticare Maria Teresa Bricca, contro la violenza sempre

Amici, molti con lo stesso impegno politico, come quando poco più che ragazzini stavano nel Gruppo Camillo Torres e si ritrovavano alle conferenze di dom Giovanni  Franzoni, padre Ernesto Balducci, Livio Labor delle Acli o di Mario Gozzini quella della legge del carcere che rieduca. Amici colpiti da un dolore forte e permanente, come succede ai parenti stretti, per l’omicidio di una di loro. Maria Teresa Bricca, 25 anni appena, si divide tra la famiglia a  Città della Pieve e il lavoro all’Istituto Tecnico di Città di Castello. Il pomeriggio dell’11 ottobre 1977, martedì, è stata uccisa. Pugni, calci, le mani strette intorno al collo,  la testa più volte sbattuta contro un lavandino. Una violenza mostruosa. Non  è ancora morta quando l’assassino fugge via lasciandola agonizzante per ore, forse addirittura 36, nel suo sangue. Read more…

venerdì, luglio 8, 2022 Categoria: Senza categoria

La Loggia Ungheria ? Ma quale nuova P2, solo chiacchiere , chiesta l’archiviazione.

di Allan Fontevecchia

La Procura della Repubblica ha chiesto al giudice delle indagini preliminari del  Tribunale di Perugia l’ archiviazione per il procedimento sulla cosiddetta  ‘”loggia Ungheria”,  accompagnando i 15 faldoni dei documenti dell’inchiesta con 167 pagine di osservazioni con le conseguenti deduzioni. La notizia è stata diffusa dal procuratore capo Raffaele Cantone per “evidenti ragioni di interesse pubblico”. C’è interesse pubblico per queste ragioni: l’indagine riguarda  una presunta associazione segreta, che avrebbe agito in violazione della  Legge Anselmi le associazioni segrete che ”svolgono attività diretta ad interferire sull’ esercizio delle funzioni di organi costituzionali. Read more…

lunedì, giugno 27, 2022 Categoria: Senza categoria

Antimafia e donne che scompaiono: una lettera per Barbara Corvi

– “Quella della scomparsa di Barbara Corvi è una situazione molto complicata e in itinere. Sull’affermazione di Pierpaolo Pasolini ‘noi sappiamo, ma non abbiamo le prove’, basiamo il nostro lavoro. Si tratta di un lavoro lungo, complicato, ma dal quale non vogliamo tirarci indietro. Non può esistere che una donna, nel 2022, possa sparire senza che nessuno sappia più nulla da 13 anni”. È quanto ha affermato il presidente dell’Osservatorio regionale sulla criminalità organizzata e l’illegalità, Walter Cardinali a margine dell’iniziativa “Libere di essere”, organizzata dallo stesso Osservatorio in concomitanza con la data di compleanno di Barbara Corvi, scomparsa il 27 ottobre 2008 ad Amelia e della quale, da allora, non si hanno più notizie. Read more…

lunedì, giugno 13, 2022 Categoria: Senza categoria

B.R.: le iniziali che trasformarono il rapinatore in brigatista

In fondo alla mezza paginetta con la quale chiede un miliardo di lire  per evitare una strage  c’è la sigla “B.R”. Brigate Rosse? No, semplicemente  le iniziali del suo cognome e del suo nome, ma ci vorrà del tempo per leggerle nella maniera giusta. La minaccia funziona e il latore del messaggio esce dalla banca con un acconto di 148 milioni. Il resto glielo consegneranno  più tardi, nel posto concordato, senza far parola con la polizia: se qualcosa va storta i suoi complici completeranno il lavoro facendo saltare in aria l’intera filiale. Tutto gli va storto: lo arrestano mentre si allontana a piedi dal centro storico con il fagotto  di banconote che gli avrebbero dovuto assicurare un futuro  se non da ricco, da tranquillo benestante questo sì, stretto sottobraccio. È l’avventura fiorentina di un cinquantenne che ai primi degli anni ottanta  del secolo scorso  è sui giornali in qualità di “rapinatore solitario di Foligno”. C’è finito con un certo rilievo perché  il fatto viene assunto a paradigma dall’ insicurezza diffusa  in quel periodo storico dalle azioni terroristiche. Read more…

lunedì, maggio 30, 2022 Categoria: Senza categoria

Quando 56.000 euro delle Entrate finirono nelle tasche dell’impiegato

Al termine di una complessa indagine durata più di due anni e condotta dai Carabinieri della Compagnia di Assisi, e stato notificato da parte dell’Ufficio un avviso di conclusione delle indagini nei confronti di un impiegato dell’ Agenzia delle Entrate – Riscossione di Perugia, indagato per peculato e accesso abusivo alle banche dati e di un suo collega, indagato per favoreggiamento personale.  L’attività condotta finora ha consentito di ipotizzare che l’uomo, impiegato come cassiere nella sede di Perugia, sia riuscito per anni ad aggirare il sistema di versamento delle somme pagate dai contribuenti per saldare le cartelle esattoriali, intascando cosi una parte di esse ed in particolare una somma pari a circa 56.000 euro. Read more…

mercoledì, aprile 6, 2022 Categoria: Senza categoria

Paolo Bellini :da Foligno a Bologna per la strage del 2 Agosto ?

Paolo Bellini, 68 anni, ex terrorista di Avanguardia Nazionale, con la condanna di oggi all’ergastolo è, in attesa degli altri gradi di giudizio, formalmente tra gli esecutori della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 nella quale morirono 85 persone. A Foligno dove è vissuto sul finire degli anni ’70 con la falsa identità di Roberto Da Silva commerciante d’arte e di antiquariato c’è ancora chi se lo ricorda ; brasiliano di Rio DE Janeiro , 24 anni, dinamico, buone amicizie, residenza stabile all’Albergo La Nunziatella che allora dava un certo tono, due brevetti da pilota in un attimo  E i voli sull’Umbria e sula Toscana con a bordo  il procuratore di Bologna Ugo Sisti. La responsabilità della bomba dopo 41 anni e 76 udienze la condivide con  i definitivi Giusva Fioravanti, Francesca Mambro ( due ergastoli)  e Luigi Ciavardini ( 30 anni)  e con un altro neofascista Gilberto Cavallini che definitivo non è perché ha affrontato un solo  grado di giudizio ed è stato condannato al massino della pena. Read more…

sabato, marzo 19, 2022 Categoria: Senza categoria

La misteriosa scomparsa di una studentessa: presto nelle librerie e negli store on line

La breve esistenza di una studentessa fuorisede si dissolve nel mistero  degli incroci di identità conosciute e di presenze senza nome. Le sue ultime parole, la  puntuale telefonata di fine giornata alla mamma. Poi il silenzio angosciante  di chi scompare inghiottito nella trama di un giallo che resterà incompiuto. Parole terribili vengono intercettate inutilmente: L’hanno tritata come immondizia. Il cadavere non lo troveranno. C’è  la certezza dell’opera di  un assassino che non ha lasciato  tracce. Tutto si compie  nel perimetro degli  ultimi anni di una  giovane vita che è stata spenta per un movente incerto. Un quadrato attraversato da  storie di fede e di amori sognati, di teologia e di mezze verità, di droga e di sospetti indicibili. Suggestioni svanite alla prova dei fatti. Tre vescovi chiamati insieme a testimoniare è solo un fatto inconsueto. Tante incognite per i magistrati e gli investigatori che nel tempo dilatato e scomposto  delle indagini e dei processi hanno cercato di dare una risposta alla domanda di verità della famiglia di Sonia Marra. Non riuscendoci.

sabato, marzo 19, 2022 Categoria: Senza categoria

Intorno alla violenza di genere: tra otto marzo e venticinque novembre.

Muoiono di piombo, di coltello, di spranghe , di martelli, di cacciavite, di calci, di pugni. Strozzate con le mani , con cinte, corde, sciarpe, cavi elettrici. Soffocate da cuscini, asciugamani, buste di plastica, nastri da pacchi. Bruciate o  smembrate o fatte scomparire , quando serve. A volte la messa in scena di incidenti domestici. Vengono uccise per ragioni che hanno a che fare con la tradizione e il costume, con la cultura corrente in quel momento. Read more…

venerdì, gennaio 28, 2022 Categoria: Senza categoria

L’insicura vacanza dei latitanti

È il 10 settembre 1982 e mancano pochi minuti alle quattro del pomeriggio quando i poliziotti sparano contro una “Golf” dalla quale partono colpi calibro nove. I proiettili dei poliziotti  fermano la corsa dell’auto che ha appena saltato il posto di blocco, feriscono una donna che è a fianco del conducente e  interrompono la latitanza di uno dei capi  della “Nuova Famiglia”, dando un capitolo in più ad una vecchia storia. I colpi che si sono incrociati lungo la E/45 a un passo da Bastia Umbra,   raccontano infatti dei cerchi che la criminalità organizzata ha fatto sulle carte geografiche dell’Umbria per indicare i posti dove si può rintanare a basso rischio chi ha ucciso, rapinato, ricattato, regolato conti . Read more…

Pagina 1 di 1212345...Ultima »