giovedì, agosto 26, 2010 Categoria: Cronache

Storia minima di una cosca e di una faida antica

Lo sceneggiato televisivo <<un bambino in fuga>> è del 1991, ma si ispira a fatti di dieci anni prima,quando i più giovani del clan Facchineri, furono messi in salvo in Umbria, allontanati dai mitra di una  faida che stava decimando la famiglia. Due ragazzi caddero sotto i colpi  dei killer rivali dei Raso-Albanese-Gullace poco lontano da Cittanova dove abitavano.Cugini e fratelli più piccoli e a rischio perché nello spettro delle raffiche  trovarono riparo a Città di Castello. E proprio a Città di Castello nel maggio del 1983 fu rapito il possidente Vittorio Garinei che poi riuscì a fuggire.Un sequestro di persona a scopo di estorsione fallito per il quale Rocco Facchineri- uno dei giovani riparati in Umbria- e due donne della famiglia furono condannati a 17 anni.Successivamente personaggi del clan compaiono  più volte nelle indagini contro la ‘ndrangheta partite da Reggio Calabria e transitate per gli uffici di Questura,Carabinieri e Guardia di Finanza di Perugia.Oppure in inchieste avviate  direttamente dalla Procura perugina. In alcune c’era anche il nome di Salvatore arrestato due giorni fa a Vibo dopo sedici anni di latitanza. Salvatore Faccineri è considerato dalla Direzione Distrettuale Antimafia l’erede  di quel Rocco Facchineri del sequestro Garinei che a 47 anni era diventato il capo della famiglia:quando lo arrestarono nel 2005  a Turianova era latitante da sedici anni:i carabinieri lo trovarono con il bastone del comando in mano (un vecchio bastone di legno intarsiato a mano).Un brutto anno il 2005 per il clan:furono messi sotto sequestro beni intestati a prestanome della famiglia per un valore complessivo di due milioni di euro. Per tornare al passato e ai legami con l’Umbria,alcune delle altre operazioni di polizia giudiziaria che li videro protagonisti.Ecco perquisizioni della polizia a Perugia quando nel 1993 c’è un blitz per i presunti legami tra i Facchineri  con la banda della Magliana.Quindi nel 2003 la guardia di finanza umbra li indaga per una vicenda di riciclaggio di denaro sporco. E ancora:nel 2005 i carabinieri di Perugia compiono arresti nel clan per un traffico internazionale di droga.

Lascia un commento