Archivio della categoria settembre, 2010

martedì, settembre 28, 2010 Categoria: Cronache

La cocaina non conosce cassa integrazione

Una notizia che può star bene in prima pagina e una notizia che avrà una breve o poco più perché nasce in un’altra regione,rimesse insieme ci danno la dimensione dei buoni affari che organizzazioni criminali strutturate sul modello camorristico , ma anche bande più piccole a profilo domestico ,  fanno con loro grande soddisfazione economica sulla piazza di Perugia. Read more…

sabato, settembre 25, 2010 Categoria: Appuntamenti

Laboratorio per una televisione utile

Un filo diretto multimediale con le centrali operative della Polizia Stradale ,  della Protezione Civile e delle polizie municipali di Perugia e di Terni per un tempestivo aggiornamento sulle condizioni del traffico e delle previsione meteorologiche. Collegamenti diretti con i comuni di Città di Castello, Assisi, Orvieto, Spoleto, Foligno e Gubbio per conoscere i fatti successi  e gli eventi  della giornata. Quindi  due edizioni del telegiornale  e  la cronaca con collegamenti esterni da tutta la regione con i giornalisti sul posto a documentare situazioni e a raccontare eventi. Due rubriche quindicinali tratteranno i temi del lavoro che non c’è e dei diritti negati. E’ il profilo di<< Buongiorno Regione>> la trasmissione della Tgr diretta da Alberto Maccari in onda dal lunedì al venerdì alle 7, 30 alle 8 sulla Terza Rete Rai che torna, dopo la pausa estiva, lunedì 27 settembre. Read more…

venerdì, settembre 24, 2010 Categoria: Cronache

Il prossimo passo dei cravattari

Ci sono tutte le premesse perchè il prossimo passo sia quello della criminalità organizzata. Un passo che ci potrà essere quando certi affari sporchi saranno gestiti, se non direttamente ,con i critiri con i quali camorra,’ndranghetra e mafia amministrano i loro patrimoni: sul crimale sempre più sottile che divide economia e finanza indicibili da economia e finanza presentabili. Intanto sappiamo che ci sono fenomeni che in questa direzione preoccupano . E sappiamo che – a livello nazionale-siamo gia a quota venti miliardi di euro come giro di affari dei prestiti a “strozzo” in Italia. Read more…

domenica, settembre 19, 2010 Categoria: Cronache

I due processi vinti da Meredith Kercher

Meredith Kercher, la vittima dell’omicidio di via della Pergola , ha già vinto- sui tempi loro congeniti- i due processi ai quali la sua terribile morte ha dato origine. E’ un  paradosso. Meredith ha visto la sua vita finire, Meredith ha sentito tutto il dolore atroce che l’ha spenta: a che serve vincere? Ma è così. Meredith ha vinto i suoi processi , se questo può consolare i suoi genitori e gli altri che le hanno voluto bene. Il processo vero l’ha vinto perché ha ottenuto giustizia in tempi relativamente brevi  ( un approdo non scontato per come si erano messe le cose ) : ci sono persone condannate per il suo assassinio. Il delitto non è rimasto impunito. Certo ancora siamo  sentenze non definitive, a verdetti che possono essere ribaltati : Rudy Guedè aspetta la pronuncia della Cassazione (ultima o penultima tappa del suo percorso giudiziario), Amanda Knox e Raffaele Sollecito  quella dei giudici di secondo grado, della Corte d’Assise d’Appello e comunque vada dovranno aspettare fino alla stazione della Suprema Corte. La giustizia ha fatto comunque gran parte del  suo corso ed è quello che per lei hanno chiesto i genitori e i fratelli. Dunque a vinto. Read more…

venerdì, settembre 10, 2010 Categoria: Cronache

Scoperto il killer delle conferenze stampa

L’inizio dell’agonia è fissabile alla fine degli anni ’80 dello scorso secolo, cioè tra il 1980 e il 1990. Poi è arrivata una morte lenta per degenerazione  che tocca il definitivo nel 2010. L’aggressione parte strisciante quando si apprende che bisogna apparire, che apparire è un dovere, che se non si appare non si è. E’ un pensare ovvio perché la società televisiva su questo si regge. E’ una scoperta vecchia come il cucco che arriva in Italia quando in America già stanno pensando a Internet e ci sono tomi su tomi che ormai spiegano che si è se si appare, ma mica tanto. Read more…