lunedì, ottobre 3, 2011 Categoria: Senza categoria

Meredith:Tocca a loro giudicare

C’è più civile che penale nella biografia del presidente della Corte Claudio Pratillo Hellmann,nato a Padova 69 anni fa. Alla sezione penale comunque è stato applicato più volte,anche  per processi rilevanti come quello che dopo otto anni di carcere e tre gradi di giudizio, ha scagionato il marito dall’accusa dell’omicidio di Cinzia Bruno avvenuto a Roma nel 1993. Un giallo complicato, un errore giudiziario al quale Perugia ha posto rimedio. Claudio Pratillo Hellmann è entrato in magistratura nel 1967. Pretore nel 1974 e poi presidente del Tribunale di Spoleto fino al 2000 quando è arrivato alla Corte d’appello di Perugia dove da sei anni è a capo della sezione lavoro. Giudice a latere è Massimo Zanetti, 60 anni,magistrato dal 1980. Anche lui conosce bene l’Umbria: è stato pretore a Foligno e giudice del Tribunale di Orvieto. E’ consigliere della corte d’appello dal 2004. La giuria popolare è composta da cinque donne e da un uomo. Il giudizio di ciascuno di loro vale quanto quello del Presidente e del giudice a latere. L’età media ci dice che sono giudici popolari sostanzialmente giovani. Senza la fascia tricolore sono segretarie,impiegate, un avvocato e un elettrauto.

Un commento to “Meredith:Tocca a loro giudicare”

  1. Enrico ha detto:

    Mi chiaro come mai in un processo di tale portata nessun magistrato togato e’ presidente di sezione penale ma uno della sez lavoro ed uno della commissioni tributarie e come mai tra i giudici popolari vi e’ la presenza di un avvocato?

Lascia un commento