Archivio della categoria dicembre, 2012

sabato, dicembre 29, 2012 Categoria: Cronache

Clandestini:con le espulsioni criminalità senza rifornimenti.

Sono aumentate del venti per cento le espulsioni -con accompagnamento alle frontiere – degli immigrati clandestini e la situazione dell’ordine pubblico a Perugia appare registrare timidi segnali di un controllo del territorio  più efficace e con evidenti risultati di ritorno.Tra questi:meno diffusa sembra la presenza di soggetti a rischio nelle zone calde, sono sensibilmente diminuiti gli scontri tra gruppi rivali e probabilmente meno manodopera e confluita verso  le organizzazioni criminali che controllano il mercato della droga e dello sfruttamento della prostituzione. Negli ultimi mesi dello scorso anno, il 2011, furono 130 gli irregolari  rimpatriati dalla Polizia di Stato. Nel corso del 2012 le espulsioni sono state 270. Read more…

martedì, dicembre 18, 2012 Categoria: Senza categoria

Mafie,riciclaggio,crisi economica e poltrone vuote

Il clan  camorristico che domina l’area Vesuviana ha un’antica frequentazione con l’Umbria. Nel 2004  Mario Fabbrocino, il capofamiglia- arrestato in Argentina-finì di scontare sette anni di condanna per traffico di cocaina nel carcere di Terni dove aveva trascorso un lungo periodo di detenzione. Adesso è di nuovo in carcere per due ergastoli. Sentenze di altre avventure criminali. Imprese legate alla famiglia attraverso il clan Ruocco- invece- avevano vinto diversi appalti nel settore edile già nel 2007 quando ci fu una retata con cento ordinanze di custodia cautelare. Le aziende  messe sotto sequestro  in Umbria con il blitz della notte scorsa operano invece nel settore delle produzioni agricole  e dell’agriturismo. Read more…

sabato, dicembre 15, 2012 Categoria: Cronache

Trattativa stato-mafia:il rumore nemico della verità

Dunque una Procura della Repubblica ,quella di Palermo, raccoglie tracce evidenti di una trattativa tra lo Stato (pezzi dello Stato?) e alcuni preminenti capi della mafia siciliana ben al dentro delle cose della politica, per far cessare la stagione delle stragi dei primi anni novanta del secolo scorso. Stagione di stragi  che la mafia mette con determinazione,mezzi e ferocia  nella galleria delle stagioni della criminalità organizzata isolana  perchè il carcere duro ,il 41 bis, impedisce ai capi di essere capi fino in fondo come sempre hanno potuto stando anche dietro le sbarre. Stagione di stragi perché  si sta liquefacendo  il grumo di potere di derivazione democristiana nel quale per decenni si sono incistati affari alla luce del sole, affari indicibili, gli omicidi  di chi ha provato, per conto dello Stato, ad usare il bisturi ed asportare almeno le metastasi già diventate tumore evidente. Read more…

lunedì, dicembre 10, 2012 Categoria: Senza categoria

Vite a perdere :a Narni il racket ordina la morte

La brutalità, i segni di sfregio, le tracce suggestive di tortura, che parrebbero  leggibili sul cadavere della giovane prostituta nigeriana ammazzata a Stifone di Narni sabato- o tra sabato e domenica scorsi- potrebbero indicare che la pista da privilegiare è quella dell’esecuzione di una sentenza , della punizione per uno sgarro, della condanna decisa da chi ha potere di vita e di morte su questa come sulle altre  vite a perdere costrette a produrre profitti  lungo le strade, dietro gli anfratti, dentro le macchine dai vetri appannati. Sembra essere stato un padrone l’esecutore. Read more…

lunedì, dicembre 10, 2012 Categoria: Senza categoria

<<48 small>>: dibattito a Spoleto